Videogiochi
723visto 0 Commenti

Wolfenstein la nuova saga!!!! gotta kill em’all

di il 1 marzo 2018
Valorare Editore
Punteggio Totale

Passa il mouse per valutare
Valutazione del visitatore
Punteggio dell'utente

Hai valutato questa

 

Salve a tutti, avete mai giocato alla nuova saga di Wolfenstein?? No??? Beh forse è il caso di giocarla, dato che riserva molte sorprese.

Wolfenstein per chi non ne sapesse nulla è un gioco la cui storia inzia nel lontano 1981 per mano della Muse Software, e poi portata avanti per un bel po dalla ID software e per gli ultimi capitoli dalla Machine Games e dalla Bethesda. Il gioco di per se è uno sparatutto in prima persona con un’ambientazione horror/fantascientifica, che narra le vicende del  soldato William “BJ” Blazkowicz.

LA STORIA DEI CAPITOLI DI WOLFENSTEIN

E’ formata da due giochi e uno spin off: Wolfenstein The New Order, Wolfenstein The Old Blood, e Wolfenstein The New Colossus. La trama si sviluppa in un futuro distopico dove il reich ha vinto la guerra e gli alleati miseramente sconfitti hanno abdicato e di come il nostro eroe e i suoi compagni cercheranno di salvare il mondo.

LA NUOVA SAGA DI WOLFENSTEIN

Ha un gameplay abbastanza semplice e intuitivo, ma nel compenso non è un gioco per niente semplice perché risulta molto frenetico e con un impressionante numero di nemici, alcune aree saranno semplicissime da passare altre molto meno, il comparto grafico è stupendo le ambientazioni che vanno dagli anni 50 a sfociare nel “cyberpunk retrò” al post apocalittico,  sono davvero ben curate e stupende e in questo aggiungo anche i miei complimenti ai programmatori perché il futuro distopico che hanno creato in questa Wolfenstein sembra quasi tangibile grazie al loro lavoro.

I SENTIMENTI CHE HO PROVATO 

Molti e molto contrastanti. La storia è appassionante e immedesimarsi in “Terror Billy” è davvero facile. La sua caratterizzazione e quella degli altri personaggi, in continua evoluzione durante il gioco, è un’altro piccolo capolavoro fatto dai ragazzi della Machine Games, perché sa davvero farti sentire quello che prova lui in quel contesto, sa davvero farti provare i sentimenti dei vari personaggi che incontrerai nel gioco. Senza contare i mille mila easteregg nascosti nei 3 capitoli sono davvero tanti e trovarli tutti non è per nulla semplice credetemi. Un piccolo appunto lo devo fare, questo gioco non è adatto ai minorenni sotto i 18 anni e a chi soffre la vista del sangue perché se ne vede a ettolitri, e a volte in maniera molto cruenta, così come le scene di sesso o di torture o semplicemente il linguaggio molto scurrile che sono presenti in game.

COSA MI E’ PIACIUTO

Ho apprezzato molto questa saga tanto da giocarla tutta di fila in un mese circa. Come tutti i giochi non è esente da difetti, quali bug che a volte vi porteranno a ricaricare il gioco o semplici stage che porteranno a livelli di guardia il vostro senso di frustrazione. Ma tutto sommato consiglio vivamente di giocarci perché è un’esperienza videoludica da fare almeno una volta nella vita. Assegno un bell’8 pieno a Wolfenstein. Il perché spero lo abbiate capito dal mio articolo.

PS: Voci di corridoio dicono che potrebbe esserci anche una conversione su Nintendo Switch “Speriamo”

Se vi state chiedendo perché nel titolo ho scritto gotta kill em’all giocando al gioco lo capirete!

DOMENICO DE MARTINO

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.