Videogiochi
55visto 0 Commenti

DIGIMON WORLD NEXT ORDER

di il 28 febbraio 2017
Dettagli
 
Videogiochi
Valorare Editore
Punteggio Totale

Passa il mouse per valutare
Valutazione del visitatore
Punteggio dell'utente

Hai valutato questa

 

Sono passati 15 anni dal lontano Digimon su rai2.

Digimon world approdò su PS1 come un gioco open world, esplorabile nel suo contesto per giocare in compagnia dei Digimon.

Digimon world next order approda solo per PS4 il 17 marzo 2016 Giappone e il 27 gennaio 2017 Europa e anche per psvita.

I Digimon sono già approdati su PS4, per la gioia dei fan, con il titolo Digimon story cyber sleuth uscito lo scorso anno sempre come esclusiva sony, un gioco a turni che ha avuto un enorme successo in Giappone e in Europa sia per trama, personaggi e tipologia di gioco.

Ritornando a Digimon world next order e al vecchio capitolo, il giocatore doveva esplorare il mondo dei Digimon per convincerli i a tornare a Jijimon, aprire delle attività e far crescere la città.

Tornando a Digimon world next order, il giocatore ha lo stesso obiettivo di riporatare i Digimon in città, in giro per il mondo digitale in compagnia di due partner Digimon che ha il compito di allevarli facendoli allenare, dandogli da mangiare, andare in bagno ahahahh, scontrarsi con nemici più forti in ogni luogo della mappa e poi morire dopo un tot di tempo ma non c’è da preoccuparsi perché possono rinascere e avere nuovi Digimon.

I protagonisti di questo titolo saranno due. Potremo scegliere, stavolta, se impersonare un protagonista maschile, Takuto, o femminile, Shiki (rispeto al capitolo per PS1 che era solo un protagonista): nel corso dell’avventura il nostro personaggio, in base alla scelta del giocatore, incontrerà molti altri personaggi, umani e digimon che collaboreranno con il giocatore per risolvere missioni e incarichi.

Lo scopo è sempre uno: reclutare i Digimon e portarli nella città di Floatia per aprire vari negozi (ristoranti, centro medico, centro ricerca, centro addestramento, arena, deposito oggetti, spostamenti da una parte all’altra della mappa, costruzione e upgrade degli edifici)

Il mondo di gioco appare vivido e vivace, caratterizzato da colori sgargianti e una grafica straordinaria che mettono in luce l’aspetto fantastico che ha sempre contraddistinto il mondo digitale: proprio come per l’anime, trasferirsi in esso significa trasferirsi in un sogno ad occhi aperti, dove non sei tu a guardarlo dal punto di vista dell’anime ma ad avere un personaggio e conoscere vari tipi di Digimon presenti nel gioco e avere vari partner diversi.  La trama di questo titolo  è molto avvincente e ricca di colpi di scena.

 

Infatti Digiworld è in grave pericolo. Un guasto di natura ignota alla funzione di pulizia automatica (che impedisce la diffusione di dati danneggiati) ha permesso al Programma Virus Cerebrale di violare illegalmente le menti di alcuni mostriciattoli e alterarne il funzionamento.

Gli infetti manifestano sintomi tipici quali danni alla memoria, coscienza disturbata, distruzione dell’ego e scatti di violenza. Come risultato, alcuni Machinedramon, potenti Digimon di livello Mega, hanno letteralmente perso il controllo e minacciano l’esistenza di Floatia, la pacifica città amministrata e protetta dal saggio Jijimon.

Mentre l’anziano Digimon adesca l’ennesimo Machinedramon in una trappola interdimensionale, un giovane umano (di sesso maschile o femminile, a seconda della scelta compiuta all’inizio del gioco) si ritrova misteriosamente catapultato nel mondo digitale.

Dopo le dovute delucidazioni, al protagonista, viene subito assegnato l’ingrato compito di cercare gli abitanti fuggiti a causa degli attacchi nemici, al fine di ripopolare la città e restituirle l’antico splendore.

Un compito per niente facile, anche perché le lande delle otto vaste aree esplorabili pullulano di Digimon molto potenti e aggressivi. Fortunatamente, in questa corposa avventura, la cui durata varia dalle 40 alle 50 ore di gioco, potremo contare su due partner che ci accompagneranno lungo i pericoli del mondo digitale.

Il bello dell’avventura è che i  due partner Digimon sono due ottimi compagni e il nostro scopo è allevarli dandogli da mangiare, farli allenare in palestra (innalzando alcuni parametri ad esempio HP, MP, forza, saggezza, resistenza, velocità) e facendoli digievolvere in varie forme di partendo dallo stadio di neonato fino al livello massimo, il livello mega (per chi conosce le serie dei digimon conosce le varie digievoluzioni dei digimon dei protagonisti dell’anime).Un’altra cosa che è molto affascinante è il legame che si forma tra domatore e partner Digimon che in base ai combattimenti e i dialoghi possiamo portarlo al massimo per far si che i due collaborino facilmente.Introducendo infatti la serie approdata in Italia nel 1999, ricordiamo come i Digimon nascono sotto forma di uovo digitale ed accompagnavano i digiprescelti nel corso dell’avventura partendo dallo stadio di neonati e man mano evolvendosi attraverso le digievoluzioni e giustamente diventare più forti. Proprio come nell’anime partiamo dal livello baby, primo stadio, intermedio, campione,evoluto e poi mega il massimo di un digimon. Ci sono anche le dna digievoluzioni tra digimon come ad esempio ExVeemon e Stingmon che formano Paildramon

 

Infatti questo digimon è la dna Digievoluzione tra due Digimon a livello campione con il risultato di un Digimon a livello evoluto!!!

Per farvela breve sulle forme di un Digimon vi mostro un immagine con i vari stadi da neonato a livello mega

 

Descrivendo l’immagine sopra notiamo il primo stadio del Digimon, soffermiamoci sulle prime forme di Agumon, il Digimon più conosciuto della serie, fino al livello mega.

Notiamo il neonato Botamon che si evolve in Korom e i livelli successivi sono Agumon e Betamon. Agumon può evolversi in varie forme oltre al livello campione di Greymon.

Seguendo come nell’anime, Agumon diventa Greymon per poi raggiungere il livello evoluto di metalgreymon e infine raggiungere il livello mega di wargreymon il livello più forte per un Digimon.

Ci sono varie tipologie (dati, virus e vaccino). Nel caso di Agumon è un Digimon vaccino ma c’è anche una Digievoluzione a livello evoluto che è di tipo virus di Agumon, Skullgreymon.

Infatti da questa introduzione noi nel gioco possiamo avere 231 tipi di Digimon da neonato a livello mega.

Infatti saranno ottimi compagni di avventure nel corso del gioco combattendo contro vari nemici e scoprendone nuove forme.

Una rivoluzione su ps4 che ha reso felici i fan di questa serie dandoci la possibilità di poter vivere un’avventura in quel mondo digitale.

COSIMO MAJOLI

 

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi