Videogiochi
1067visto 0 Commenti

C64 Mini: dal 29 marzo 2018 nelle nostre case

di il 21 marzo 2018
Dettagli
 
Videogiochi
Valorare Editore
Punteggio Totale

Passa il mouse per valutare
Valutazione del visitatore
Punteggio dell'utente

Hai valutato questa

 

Il Commodore 64 torna nelle nostre case. Precisamente dal 29 marzo 2018. Costa 79,98 euro e si può già preordinare su Amazon. La Retro Games Ltd, dopo aver prodotto NES Mini e SNES Mini, torna a solleticare la sensibilità dei più nostalgici con un’altra icona del panorama videoludico degli anni 80, il C64 Mini.

C64 Mini

PERCHE’ COMPRARE UN C64 MINI QUANDO CI SONO GLI EMULATORI?

 

Semplicemente perché è figo! Se prima si acquistava un prodotto, quasi esclusivamente per la sua utilità, oggi i signori del marketing hanno imparato a far leva sul coinvolgimento emotivo degli acquirenti. Il Commodore 64 degli anni 80 parlava di futuro.

Era il protagonista assoluto del divertimento di noi bambini. La scelta di acquisto dei nostri genitori si fondava sullo straordinario rapporto qualità prezzo che offriva. Comprare un Commodore 64 significava, infatti, fare un investimento sul futuro attraverso un home computer con cui scrivere, programmare e soprattutto giocare.

 

Il C64 MINI DI OGGI

C64 Mini

A differenza del “mostro sacro” cui si riferisce, il C64 Mini è tutt’altro che utile. Non sarà acquistato per un’esigenza di gioco ma esclusivamente come oggetto must-have. Con buona probabilità i nostalgici si annoieranno dopo qualche giorno. Alcuni forse dopo qualche ora. Ci sarà anche chi opterà per un acquisto esclusivo ai fini collezionistici, lasciando il prodotto imballato in attesa che si trasformi, negli anni a venire, in qualcosa di raro.

 

DIMENSIONI E INFO TECNICHE

Il fratellino del Commodore è stato prodotto in scala 1:2 quindi è l’esatta metà, esteticamente identica, del suo predecessore e si rifà alla versione del 1983, quella più diffusa, con il computer a forma di “Biscottone”. Così veniva chiamato ai tempi.

Color beige e tasti scuri. Io avevo la versione del 1986 con il case slim di color panna ed i tasti chiari. Il C64 Mini include due moderne porte USB ed una porta HDMI e viene venduto insieme ad un Joystick che a differenza del classico anni 80, con due soli pulsanti, ne avrà ben sei per interagire con l’interfaccia grafica.

Saranno disponibili 64 titoli (numero simbolico) preinstallati sulla memoria interna dando modo ai nostalgici di rivivere le emozioni dei titoli più celebri del passato. Ma il vero colpo di scena di questo piccolo oggetto hi-tech è la possibilità di programmarlo in linguaggio BASIC distaccandosi così dalle normali console e proponendosi come un computer di tutto rispetto.

ANDREA CUCCI

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.