Videogiochi
86visto 0 Commenti

BATMAN ARKHAM LA TRILOGIA

di il 30 gennaio 2017
Dettagli
 
Valorare Editore
Punteggio Totale

Passa il mouse per valutare
Valutazione del visitatore
Punteggio dell'utente

Hai valutato questa

 

BATMAN ARKHAM ASYLUM  Tutti nel mondo conosciamo il mitico eroe mascherato, l’uomo pipistrello comunemente noto come Batman, il giustiziere, il detective dei fumetti più famoso al mondo. Oltre al successo ricevuto al cinema, Batman approda anche nel mondo videoludico con una serie di videogame. Siamo nel 2009 e BATMAN ARKHAM ASYLUM viene pubblicato per PS3, XBOX360, PC e MAC. Accessibile, curato nei dettagli, tattico, esplorativo, visionario, di Batman Arkham Asylum è davvero difficile parlar male. È un gioco che riesce ad accalappiare sia per le amichevoli e variegate meccaniche di gioco sia per l’avvolgente scenario. Francamente, non sappiamo che cosa si possa pretendere di più da un videogioco! 

La storia infatti è molto coinvolgente perché immerge il giocatore per le varie modalità di gioco: sfide, caccia ai tesori, interazione con i personaggi. Abbiamo infatti la possibilità di esplorare tutta l’isola di Arkham, sede del noto manicomio Asylum prima e poi prigione di molti criminali. La maggior parte mandati lì da Batman e nemici dello stesso, infatti ne incontriamo molti nemici conosciuti nei fumetti e nelle serie animate trasmesse in tv: Harley Quinn, Poison Ivy, lo Spaventapasseri, l’enigmista e il mitico Joker. 

La storia inizia con Batman che porta Joker nella prigione e inizia una serie di eventi molto particolare. Capiremo presto che Joker si è fatto catturare apposta per prendere il comando della prigione e iniziare una lunga vendetta contro Batman e la polizia presente in tutta la prigione, spingendoli ad affrontare il suo acerrimo nemico e tutti gli altri criminali (Poison Ivy, Lo spaventapasseri, Killer croch, Harley Quinn).

Il gioco è stato sviluppato da Rocksteady Studios e prodotto da Eidos e Warner Bros.Il comparto tecnico di Batman: Arkham Asylum, come abbiamo anticipato, è interamente sostenuto dall’Unreal Engine 3, con l’apporto dell’Havok per quel che riguarda la gestione della fisica. Il risultato è quantomeno impressionante: la modellazione poligonale di protagonisti e comprimari è perfetta, a patto di apprezzare lo stile tipico del comic americano nella rappresentazione maschile (vale a dire muscoli prorompenti e zigomi molto pronunciati). Le proporzioni fisiche sono perfette, così come la riproduzione delle più piccole caratteristiche dei volti (rughe, barba…); peccato non lo sia altrettanto la riproduzione delle espressioni facciali, spesso troppo statiche e prive di emotività. 

Così come i protagonisti anche i comprimari, quand’anche seguano 6/7 modelli predefiniti, risultano curati sin nei minimi dettagli. Lo stesso si può dire per le varie strutture componenti l’ambientazione, il cui solido design si unisce ad una texturizzazione magistrale (arricchita dall’intera gamma di mappe superficiali) e una sapiente gestione dell’illuminazione per richiamare le atmosfere cupe del Batman cartaceo. Di livello eccelso gli shader superficiali, capaci di differenziare realisticamente qualsiasi materiale e rendere oltremodo credibile ogni porzione del costume del Pipistrello mascherato. 

A tutto questo si aggiunge una palette cromatica brillante e convincente con l’unica pecca di stonare (quasi opacizzarsi) durante le cut scene realizzate con il motore di gioco, ma leggermente meno curate dello stesso in movimento. Proprio riguardo al movimento gli elogi si sprecano: il Cavaliere è dotato di un comparto animazioni senza nulla da invidiare -per varietà- a sua maestà Ninja Gaiden; ognuna di esse, realizzate allo stato dell’arte, si collega alle altre, frame dopo frame, in maniera fluidissima. Particolarmente impressionante l’assenza di compenetrazioni poligonali e difetti di sorta nelle collisioni tra i modelli (ovvero quando pugni e calci di Batman raggiungono gli avversari), nonché la discreta cura nella realizzazione dei ragdoll.

Quasi impalpabile, invece, la presenza della fisica: gli elementi interattivi sono molto rari nel corso dell’avventura, anche se quando presenti (svolazzamento di fogli, caduta di casse…) risultano ben implementati. Ottimi, infine, gli effetti particellari con esplosioni, scintille, fumo e polvere realizzati a regola d‘arte. Nemmeno il comparto sonoro è da meno: bassi corposi sottolineano ogni colpo inferto dal Cavaliere Oscuro ai suoi nemici, una colonna sonora molto convincente accompagna ogni momento di gioco donando la giusta enfasi e, più in generale, una campionatura degli effetti come si deve rendere ogni secondo di gioco estremamente immersivo.

In Arkham Asylum anche al doppiaggio è stato riservato un non comune dispendio di energie/fondi: per la versione inglese (dalla qualità cinematografica) sono stati chiamati i doppiatori originali della serie animata; stiamo parlando di Kevin Conroy (Batman), Mark Hamill (Joker) e Arleen Sorkin (Harley Quinn). Per la versione italiana, convincente benché di fattura leggermente più scarsa, i doppiatori sono esattamente quelli della versione trasmessa oramai dieci anni fa su Italia 1.

BATMAN ARKHAM CITY

 

 

Sviluppato da Rocksteady Studios e prodotto da Warner Bros. Interactive Entertainment, Batman: Arkham City è un gioco d’azione e avventura uscito il 21 ottobre 2011 per PlayStation 3, anche su PC, Xbox 360, Mac. Rocksteady riesce nell’impresa di migliorare enormemente un titolo già ottimo in partenza. Quasi tutti i difetti di Arkham Asylum sono stati eliminati o fortemente ridimensionati: quello che abbiamo davanti è un free-roaming intenso, corposo, pregno. Va vissuto in modo diverso dal suo predecessore, perché richiede un approccio più ad ampio respiro, che alterna la campagna principale con il coacervo di cose da fare, le quali possono sembrare slegate dal contesto solo a un occhio disattento.

Se amate l’Uomo Pipistrello, questo è il miglior titolo a lui dedicato da sempre; se non lo amate, giocando ad Arkham City potreste cominciare almeno a volergli un po’ di bene. Il gameplay di questo capolavoro di Batman è molto intenso, giocabilità fluida interazione con vari luoghi esplorabili e aggiuntive rispetto al precedente capitolo (Arkham Asylum) che è stato e rimane un grande capolavoro per parlare di Batman. In questo capitolo il nostro eroe dovrà affrontare non uno ma bensì molti più nemici rispetto ad Asylum (Dottor Strange, il pinguino, due facce, mister Freeze, Poison Ivy, Harley Quinn, Ra’s al Ghul…) e dovrà immergersi nel risolvere un delicato caso: fermare il dottor Strange che vuole emanare una legge, il protocollo 10, con la quale vuole distruggere Arkham City e tutti i criminali presenti nella città.

In questa avventura sono stati inseriti anche alcuni contenuti aggiuntivi e alcuni DLC tra cui abbiamo la possibilità di giocare nei panni di Robin che deve salvare il suo amico Batman che viene catturato da Harley Quinn durante una missione del cavaliere oscuro, e l’altra è Catwoman che aiuterà il cavaliere oscuro in una missione per fronteggiare il criminale Harvey Dent/Due Facce. Il 21 ottobre 2016 è stato distribuito Batman: Return to Arkham contenente anche le versioni rimasterizzate per PlayStation 4 e Xbox One di Batman: Arkham Asylum e Batman: Arkham City.

BATMAN ARKHAM KNIGHT

 

 

Sviluppato da Rocksteady Studios e prodotto da Warner Bros. Interactive Entertainment, Batman: Arkham Knight è un gioco d’azione e avventura uscito il 23 giugno 2015 per PlayStation 4,  anche su PC e Xbox One. Con Batman Arkham Knight concludiamo la serie di Arkham e ci immergiamo in un capolavoro mai creato sul nostro eroe Batman e sul vasto assortimento di abilità, gadget e missioni inserite in questo capolavoro per dare al giocatore un immagine completa di Batman. In questo capitolo vediamo come l’uomo pipistrello affronta i suoi peggior nemici (Pinguino, Spaventapasseri, Due Facce e Harley Quinn) che vogliono distruggere il cavaliere oscuro infatti, Harley Quinn è molto determinata nei confronti di Batman perché il cavaliere oscuro ha lasciato morire il Joker, il quale era gravemente ammalato per colpa di una mutazione il Titan.

Oltre ai suoi più acerrimi nemici dovrà fronteggiare anche un altro nemico che porta distruzione e anarchia nella città, si tratta del cavaliere di Arkham che dall’aspetto assomiglia a Batman ma proseguendo con la storia si scopre che un vecchio alleato dell’uomo pipistrello, Jason Todd, il primo Robin. In questo gioco infatti viene introdotto per la prima volta l’uso della Bat-mobile, la fantastica macchina di Batman munita di gadget e armi la quale viene utilizzata in alcune missioni della storia e varie sfide secondarie. Il giocatore infatti dovrà affrontare non solo la storia, sfide, missioni secondarie, caccia ai trofei dell’Enigmista (presente già nei 2 capitoli precedenti ad Arkham Knight) ma potrà vestire i panni di altri personaggi e nemici degli episodi di Arkham. 

Dopo l’uscita del gioco sono state rilasciate alcune mini-espansioni, chiamate Episodi di Arkham, in cui il giocatore vestirà i panni degli alleati di Batman in storie ambientate prima e dopo gli eventi del gioco principale. Gli episodi attualmente noti sono i seguenti:

Pacchetto storia di Harley Quinn

In questo episodio il videogiocatore indosserà i panni di Harley Quinn. Trama Poison Ivy è tenuta in custodia presso il commissariato di Blüdhaven, in attesa di essere trasferita al penitenziario di Blackgate. Improvvisamente un furgone sfonda la porta d’ingresso: a bordo c’è Harley Quinn, che in poco tempo mette fuori gioco tutti i poliziotti di guardia. Mentre procede alla ricerca di Ivy, guidata via radio dal Pinguino con il quale ha continui battibecchi, Harley continua a uccidere i poliziotti non senza dare nell’occhio.

Raggiunto il seminterrato, Harley viene raggiunta da Nightwing, ma grazie all’aiuto di Ivy riesce a tenergli testa e a sconfiggerlo. Terminata la missione, le due amiche si dirigono a Gotham per la riunione con lo Spaventapasseri.

Pacchetto storia di Cappuccio Rosso

Abbandonati i panni del Cavaliere di Arkham e ritrovata la ragione, Jason Todd assume l’identità del vigilante Cappuccio Rosso. Questa espansione era inizialmente disponibile solo via pre-order da GameStop. Trama Gli uomini di Maschera Nera stanno tenendo un contrabbando d’armi con quelli del Pinguino ai moli di Gotham.

Improvvisamente vengono attaccati da un uomo con un cappuccio rosso: è Jason Todd, che ha lasciato i panni del Cavaliere di Arkham per diventare un vigilante e si rivela un abile combattente e un ottimo stratega; tuttavia a differenza di Batman, non si fa scrupoli a uccidere le sue vittime con le sue pistole. Interrogando gli uomini di Maschera Nera, Jason scopre dove si trova l’ufficio di Sionis: quest’ultimo lo affronta sottovalutando la minaccia che si trova davanti e Jason lo fa fuori in poco tempo.

Disperato, Sionis giura di fare tutto quello che vuole Jason, ma questi lo getta giù dalla finestra dicendo “porta i miei saluti a Joker”.

Batgirl: Una questione di famiglia

Il 14 luglio per i possessori del Season Pass e il 21 luglio per tutti gli altri, è stato reso disponibile un episodio di Arkham intitolato Batgirl: Una questione di famiglia, attualmente il più “grande” dei sei episodi annunciati con una durata di circa 45 minuti solo per la campagna principale e la possibilità di esplorare l’ambiente a piacimento per scoprire i segreti tramite una modalità Free-Roam (gli altri episodi durano circa 10-15 minuti l’uno). L’episodio è stato sviluppato da Warner Bros Games Montréal e si presenta come un prequel incentrato su Batgirl.

Trama

Una notte di San Valentino, il Joker rapisce il nuovo commissario James Gordon e i suoi uomini: Batgirl e Robin si dirigono quindi al Seagate Amusement Park, un vecchio luna park costruito su una piattaforma petrolifera, per salvarli. Dopo aver salvato il primo ostaggio, i due sono costretti a dividersi quando il Joker tenta di fermarli con un bazooka. Mentre Robin cerca di rintracciare il Joker, Batgirl deve salvare i poliziotti tenuti in ostaggio dai suoi uomini e da Harleen Quinzel, che innamorata del pagliaccio è diventata la folle Harley Quinn.

Barbara, contemporaneamente, dovrà fermare le trappole mortali delle attrazioni del parco in cui si trovano gli ostaggi e aiutare Robin a disinnescare delle bombe. Alla fine, dopo un scontro agguerrito contro il Joker e i suoi aiutanti, Batgirl riesce a salvare il padre e a sconfiggere i criminali, ma il Joker prende Harley in ostaggio e tenta di uccidere Tim. Alla fine il pagliaccio fugge con un paracadute mentre Barbara si dilegua per non farsi riconoscere dal padre.

Commissariato sotto chiave

Ambientato dopo gli eventi della trama principale, questo episodio incentrato su Nightwing fu reso per la prima volta disponibile con l’aggiornamento di settembre.

Trama

Nightwing, tornato a Blüdhaven dopo l’esecuzione del Protocollo Knightfall, scopre che gli uomini del Pinguino stanno cospirando per liberare il loro capo, approfittando dell’assenza di Robin partito per il viaggio di nozze. Dick si reca quindi all’alba a Gotham e con il supporto di Lucius Fox riesce a sabotare i terminali dell’ascensore per bloccare la fuga del Pinguino e, dopo aver sconfitto i suoi uomini, riesce fermare il boss criminale e a riportarlo al GCPD. Qui Aaron Cash chiede a Nightwing se voglia continuare a proteggere Gotham come Batman, ma Dick declina l’offerta.

La Vendetta di Catwoman

Ambientato dopo gli eventi della trama principale, questo episodio incentrato su Catwoman doveva essere rilasciato ad ottobre, ma alla fine uscì solo a novembre insieme all’episodio successivo. Trama Catwoman, assetata di vendetta per quello che ha passato per colpa dell’Enigmista, rintraccia il suo covo in una vecchia fabbrica di giocattoli e decide di distruggerlo mentre il criminale è ancora in prigione. Recuperate le chiavi d’accesso dagli scagnozzi di Nigma, Selina raggiunge il computer centrale e affronta l’esercito di robot del criminale che, usando la sua telefonata dalla prigione, intende fermarla.

L’Enigmista, tuttavia, è messo in difficoltà dalla presenza di Aaron Cash e dalla scarsa vocabolistica del suo computer. Alla fine Catwoman trasferisce a se stessa tutti i soldi di Nigma e si allontana impostando l’auto-distruzione, mentre dall’altro capo del telefono il criminale viene stordito da Cash con un teaser.

Testa o Croce

In questo pacchetto storia Robin sarà il protagonista; l’episodio è stato rilasciato a novembre insieme al precedente.

Trama

Due Facce riesce a fuggire dalla prigione e, approfittando dell’assenza di Batman, prende il controllo dell’Hell’s Gate Disposal Service, la ditta di smaltimento dei rifiuti di Gotham che usa come base per il suo traffico illegale di banconote. Barbara e Tim, però, tornano dalla luna di miele e Robin viene inviato a fermare Harvey; Tim sarà messo a dura prova, dovendo per la prima volta affrontare da solo un così grande pericolo, ma motivato da Barbara capisce di poter essere migliore di Batman e di poter fare cose grandi anche da solo. Dopo un duro scontro Due Facce sembra avere la meglio ma, mentre lancia la sua tradizionale moneta, Robin lo mette fuori gioco e lo riporta dietro le sbarre.

Cosimo Majoli

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.