Fumetti
171visto 0 Commenti

UNA TOMBA PER LE LUCCIOLE

di il 15 aprile 2017
Dettagli
 
Fumetti
 

Film d’animazione giapponese uscito nel 1988, in contemporanea a “il mio vicino Totoro”.

Tratto dall’omonimo romanzo di Akiyuki Nosaka e prodotto dallo studio Ghibli.

Questo film racconta la storia di due fratelli rimasti orfani durante la guerra e della loro lotta per la sopravvivenza.

Kobe, 1945. Durante un bombardamento, Seita e la piccola Setsuko, sono costretti a scappare separandosi dalla madre, fuggono da casa mentre le abitazioni intorno a loro iniziano a prendere fuoco. Purtroppo la madre non riesce a salvarsi, i due fratelli trovano rifugio presso la zia paterna ma questa convivenza dura poco, il cibo scarseggia e “l’ospitalità” della zia costringe Seita e Setsuko a trasferirsi in un rifugio nei pressi di un lago.

Questo film riesce ad esprimere in pieno l’orrore della guerra, vedremo la sofferenza dei nostri protagonisti, due bambini rimasti orfani, senza casa, senza soldi, a dover cercare di sopravvivere in qualche modo in un paese dove purtroppo la scarsità delle materie prime è sempre più grande.

La storia è realistica, tratta dal romanzo semi-autobiografico di Akiyu Nosaka inoltre, sappiamo tutti che di vicende come queste durante una guerra accadono sempre e che potrebbe essere la triste sorte toccata ad altri bambini. 

Sicuramente uno dei film più crudi che abbia mai visto, ogni volta che mi capita di pensarci vengo assalita da un forte senso di malessere, la scena dove il fratello maggiore è costretto a dire addio alla sua sorellina, è una delle più tristi che abbia mai visto, se poi penso che sono fatti accaduti realmente in varie parti del mondo mi sento ancora peggio.

Sicuramente un’opera stupenda, un grande manifesto contro la guerra e la crudeltà degli uomini, ovviamente lo consiglio a tutti gli adulti, questo film riesce a penetrare nello spirito e porta a riflettere, cosa che ultimamente solo in poche persone riescono a fare.

Sconsigliato ai bambini.

LORENA LUNARDI

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.