Fumetti
166visto 0 Commenti

TOTORO

di il 8 marzo 2017
Dettagli
 
Fumetti
 

Uscito in Giappone nel 1988, prodotto dallo studio Ghibli e diretto dal genio Hayao Miyazaky, vincitore del premio “Animage Anime Grand Prix” nel 1988 e vincitore nella categoria miglior film al “Mainichi Film Concours” nel 1989, Totoro è diventato un personaggio conosciuto da tutti anche grazie al fatto che lo studio Ghibli, casa d’animazione tra le più famose in Giappone, ha deciso di utilizzarlo per il loro logo.

Il film racconta la storia di due sorelle, Satsuki di 11 anni e Mei di 4 anni, trasferitesi insieme al padre in un piccolo paesino nella campagna giapponese circondato da boschi, campi coltivati, risaie e fiumi per poter stare più vicini alla madre, ricoverata in ospedale per una malattia.

Inizia così l’avventura delle nostre protagoniste; il primo incontro con gli strani esseri che vivono nella natura, avviene nella loro nuova abitazione quando s’imbattono nei “nerini del buio”, piccoli spiritelli della fuliggine che si trovano nelle vecchie case.

Un giorno la piccola Mei, esplorando i dintorni della casa, incontra uno strano e simpatico animaletto bianco con delle lunghe orecchie, decide di seguirlo trovandosi così all’interno di un grosso albero di canfora, la casa di Totoro: uno spirito dei boschi, creatura molto gentile, enorme e amorevole.

Grazie ad esso le bambine scoprono la magia della natura, sarà loro d’aiuto anche quando la piccola Mei si perderà nel tentativo di portare un regalo alla madre in ospedale.

Un film dedicato sicuramente ai più piccoli, riesce a trasmette degli ottimi insegnamenti sia per quanto riguarda il rispetto per la natura che per il valore inestimabile della famiglia, cose che purtroppo la società moderna spesso dimentica.

Io ne consiglio la visione a tutti, anche gli adulti ne potrebbero trarre degli ottimi insegnamenti, anzi, farebbe ricordare loro come erano da piccoli e quali sono i valori importanti della vita.

LORENA LUNARDI

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.