Fumetti
153visto 0 Commenti

STEINS;GATE

di il 14 febbraio 2017
Dettagli
 
Fumetti
 

“Cambia il passato senza cambiare lo scenario, inganna te stesso, inganna il mondo, questo è ciò che devi fare per raggiungere lo Steins Gate” (Rintaro Okabe)

Steins;Gate nasce come visual novel creata dalla casa 5pb e trasposta poi in un anime dallo Studio White fox nel 2011 e successivamente distribuito in Italia dalla famosa Dynit nel 2014. La storia parla del giovane scienziato e inventore “pazzo” Rintaro Okabe o come piace farsi chiamare Kyouma Houhin.

Vive in una casa laboratorio dove con l’aiuto di un suo vecchio amico Itaru Hashida creano dei vari gadget futuristici di dubbia utilità tra cui il microonde cellulare (oggetto molto importante all’interno della storia). Nel giorno in cui tutto ha un inizio, il protagonista e la sua amica Mayuri Shiina (Mayushi) devono recarsi ad una conferenza del prof. Nakabachi, sui viaggi nel tempo e di come potessero essere possibili.

Durante la conferenza, Rintaro si accorge che le tesi esposte non appartenevano al relatore ma ad un uomo chiamato John Titor, così interrompe la conferenza e smaschera l’impostore, ma mentre sta per scoppiare una lite tra i due interviene Kurisu Makise, che oltre ad allontanare il protagonista da quella stanza, gli espone il suo punto di vista. Dicendogli che in conclusione che quelle teorie non siano realmente applicabili e che i viaggi nel tempo siano una buffonata e una perdita di tempo.

Dopo questo scambio di opinioni i due si separano andando ognuno la propria strada sperando di non incontrarsi mai più. Passano pochi minuti e il silenzio delle scale su cui il protagonista e Mayushi si erano attardati per comprare un portachiavi, è rotto dalle urla di una ragazza.

Rintaro temendo un attacco da parte del CERN (Agenzia di controllo che nasconde la verità sui viaggi del tempo e sulla scoperta dei buchi neri) corre verso il luogo da dove pensa provenissero le urla e lì riversa in una pozza di sangue trova il cadavere di Kurisu, in preda al panico il protagonista fugge dal palazzo e appena fuori manda un messaggio al suo amico Itaru,  in quel momento tutto si ferma, le persone spariscono e poco dopo si ritrova fuori dal palazzo con un satellite conficcato nello stabile con la sua amica che lo cerca e con Kurisu ancora in vita.

Da qui in poi la storia porterà il destino di una quindicina di persone compreso il protagonista ad intrecciarsi a fondersi tra di loro, tra universi paralleli, desideri espressi e sentimenti inespressi che li porteranno a loro volta a comprendere meglio se stessi e le cose realmente importanti.

Personalmente trovo questo anime un bel viaggio mentale che snocciola nozioni di fisica difficili da capire ma che incuriosiscono molto chi ha seguito la storia, io stesso ho fatto ricerche per capire meglio alcune teorie accennate all’interno della storia. Come voto gli do un 6,5 perché nonostante la trama sia molto solida potrebbe renderlo un prodotto non adatto a tutti. Aggiungo un piccolo consiglio una volta finito di vederlo riguardate bene la prima puntata e farete una scoperta davvero sensazionale.

Grazie ancora e alla prossima recensione.

DOMENICO DE MARTINO

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.