Eventi
288visto 0 Commenti

Da Zero a Dieci sull’ E3 2017

di il 14 Giugno 2017
Dettagli
 
 

Prima di iniziare voglio fare una piccola premessa, questa rubrica sono considerazioni basate su vari aspetti: come ad esempio il gusto personale, non rappresentano l’assoluta verità quindi non sentitevi se fan di determinati prodotti “offesi” e prendetela alla leggera. Detto questo possiamo cominciare. 

Voto 0 : A chi durante le dirette streaming italiane, diceva ad ogni video senza un minimo di obbiettività: Wow questo sembra interessante, Molto bello . Io capisco che “ogni scarrafone è bello a mamma soja” ma qui si esagera, sei li per fare informazione non a dare una versione distorta della realtà. “Pagliacci del webbe” 

Voto 1 : Alla totale assenza di Square Enix e altre case produttrici che non hanno presenziato all’evento, adesso non dico che uno deve esserci perforza in forma diretta con conferenza e tutti ghirigori ma almeno presentare qualcosa o dare indicazioni su progetti presentati e in procinto di uscire in modo da togliere un po di ansia all’utente interessato. “Assenze Ingiustificate” 

Voto 2 : Al vuoto che ha accompagnato la manifestazione di quest’anno, e per vuoto intendo la minimizzazione delle presentazioni di nuove IP che di solito investe questa manifestazione così importante, ti aspettavi di vedere i nuovi processi creativi, ti aspettavi di respirare aria nuova e magari scoprire nuove storie di cui non se ne era mai sentito parlare prima e con questo non voglio dire che novità non ce ne siano state ma tutta roba già vista e rivista nei vari spoiler e trailer mostrati durante l’anno. Hanno dimenticato di alimentare i desideri e i sogni dei giocatori e questo non è un bene, almeno per me. Come disse Alexandre Pola : Un desiderio è la madre di tutte le delusioni. 

Voto 3 : Alla conferenza sul gaming pc, utile come una forchetta mentre mangi il brodo, alcune idee interessanti ci sono state ma troppo poco per giustificarne la presenza ad una manifestazione del genere, a mio parere avrebbero dovuto puntare più sulla presentazione di nuovi hardware e nuove periferiche di gioco, ci può stare che fai vedere qualche gioco di dubbia utilità, ma dovrebbero decisamente puntare su altro. il mio pensiero in una cit :” Non è vero che sono del tutto inutile. Posso essere usato come cattivo esempio”   

Voto 4 : Al ” leit motiv”  di questo E3 dove hanno azzerato i sogni e le speranze di milioni di giocatori assonnati in favore di mezze date di uscita dei suddetti prodotti, cosa che trovo alquanto ingiusta, la maggior parte dei giochi a fine video recitava: “entro il” oppure una troppo iconica e fredda data, cosi non ci siamo proprio non ci date nuove IP non ci date le date precise quindi per vedere solo dei video meglio fare cose registrate tipo Nintendo(e di lei ne parliamo più avanti) e eviti la sbatta e forse fai anche un lavoro migliore. ” mah……boh……..chissà” 

Voto 5 : Alla zia EA che in una conferenza di circa un’ora ha presentato 1 gioco interessante (A Way Out), il solito need for speed e i soliti giochi sportivi tranne l’unico che la gente vorrebbe davvero cioè un nuovo NBA live. Troppo poco davvero troppo poco. “rimandata al 21 settembre* ” 

Voto 6: Alla conferenza di Ubisoft, basata un po come tutte più sul dare date approssimative che sul presentare davvero qualcosa di utile e stupefacente. anche se ammetto che l’apertura con Miyamoto  e il ritorno di Beyond Good & Evil è stata tanta roba . Come per EA troppo poco in base alle abitudini delle passate edizioni. “Bene ma non benissimo” 

Voto 7: Agli utenti che hanno sfidato Morfeo a colpi di caffè e sigarette e quant’altro ancora per cercare di restare in piedi e osservare ogni minimo e singolo dettaglio  di questa manifestazione, con la speranza di vedere la data del proprio gioco desiderato o qualcosa di nuovo che stuzzicasse la sua fantasia e appagasse il proprio amore per i videogame. Voi siete degli unici, voi siete la passione che prende forma, voi siete degli “EROI” 

Voto 8 : A Bethesda e Microsoft conferenze semplici e mirate alla sostanza i primi a dare in pasto ai media l’ennesima console siamo alla 4 serie in produzione e non pensate che non ce ne possa essere un’altra nel mentre che si chiamerà Xbox one Xs perché Microsoft è così, gioca e mette in produzione tanto per divertimento e far cambiare una console ai propri utenti circa ogni anno.  E sempre parlando di Microsoft i 42(circa) giochi presentati di cui molti indie e molti multi tolgono lo spazio a quelle poche esclusive che rimangono, Microsoft dovrebbe ricordarsi che sono i giochi a fare la console e non viceversa. detto questo il voto alto lo merita perché la console e le pochissime esclusive vere sono di alto livello. Per quanto riguarda Bethesda c’è poco da dire molta sostanza poche cose ma tutte che saranno quasi tutte sul mercato entro fine 2017, nulla di eclatante ma almeno il ritmo non è stato spezzato da cose inutili e devo ammettere che la presentazione in stile parco giochi mi è piaciuta davvero un bel po. ” La bella e la bestia” 

Voto 9 : A Zia Sony che come tutti ha pensato a snocciolare mezze date e fare mini sermoni sul fatto che alla Sony si pensa al giocatore ed ecc ecc. Passata l’incazzatura generale per mancate notizie su The last of us 2, su Kingdom Hearts 3 su eventuali remastered tipo quella di Spyro the dragon o di Medievil o di CTR. Bisogna ammettere che tra i giochi del VR e atro è stata messa un bel po di carne sulla brace forse non la carne che tutti si aspettavano me compreso sia chiaro ma ne è stata messa la cosa che mi ha stupito è stata laremastered di Shadow of the colossus e mi ha stupito perché non me l’aspettavo poi tutto il resto si conosceva tramite trailer e preview varie. ma God of war, Monster Hunter Days gone, Detroit e soprattutto Spiderman alzano l’asticella e danno quasi il massimo tono alla conferenza. rimane il rammarico per le cose non dette e che ribollono in pentola e per le quali non si quanto ancora dovremmo aspettare. “Croce e delizia” 

Voto 10 : Alla regina e alla mamma dei Videogame, Che le cose fossero cambiate in quel di Kyoto si era capito con l’arrivo di Switch, una ventata di aria nuova senza snaturare il proprio stile la Direct Nintendo dura circa 25 minuti e per molti magari non varrà dire nulla ma quello che hanno presentato e il fatto che tra tutte è quella che ha dato la maggior parte di date e indicazioni precise sui propri prodotti è l’unica che poteva permettersi di ambire al voto più alto. i 25 minuti di Nintendo sono stati un ritmo serrato di emozioni e sorrisi a partire e per circa 2 secondi il cuore di un fan Nintendo s’è addirittura fermato o almeno così è stato per me quello sfondo nero con la scritta Metroid 4 mi ha fatto venire la pelle d’oca più della data di Mario che sarà sicuramente un capolavoro da quel poco visto, più del ritorno di Xenoblade 2. La Nintendo è tornata, si è svegliata e si sta adeguando al cambiamento smart dei nostri giorni. Non avrà la potenza di calcolo delle rivali non avrà la grafica da blocco della mascella ma sa entrarti nel cuore e questo per un romantico amante dei videogame è il massimo. Quindi parafrasando un vecchio detto francese : “La reine est mort, vive la Reine” 

Spero che questa rubrica vi sia piaciuta grazie per averla letta e come sempre alla prossima.

Domenico De Martino

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.