Cinema e Serie TV
188visto 0 Commenti

The Last Starfighter (1984) – La recensione

di il 29 aprile 2018
Dettagli
 
Valorare Editore
Punteggio Totale

Passa il mouse per valutare
Valutazione del visitatore
Punteggio dell'utente

Hai valutato questa

 

C’è una pellicola del 1984 rimasta nel cuore degli spettatori, il titolo è Giochi Stellari, meglio conosciuto come The Last Starfighter. E’ un film che evoca i desideri e le speranze adolescenziali, incarnando a pieno titolo il sogno americano.

Starfighter

LA TRAMA DI STARFIGHTER

Il protagonista è un ragazzo di nome Alex, membro di una modesta comunità di persone costrette, per gravi disagi economici, a vivere in un campeggio tra roulotte e container.

Alex è un ragazzo ambizioso, sogna di riscattarsi da quella condizione sociale lasciando il paese e frequentando una scuola importante.

I suoi desideri si scontrano però con la sfavorevole condizione economica che lo costringe ad adattarsi a una vita piena di rinunce ma, nonostante qualche momento di sconforto, Alex riesce sempre a risollevarsi.

Continua a studiare, aiuta i vicini, si occupa della famiglia e della sua ragazza. Nei momenti liberi occupa il suo tempo con un videogioco arcade: Starfighter.

E’ il classico videogame spaziale anni 80 dove il giocatore è chiamato ad abbattere più astronavi nemiche possibili, cercando di superare il leggendario record.

Alex dimostra abilità da grande campione, riesce nella difficile impresa di battere il record di Starfighter e qualche ora dopo scopre un’emozionante verità. Riceve visita da Centauri, un misterioso personaggio membro della Lega Stellare, una comunità minacciata dal perfido tiranno Xur.

Centauri svela ad Alex il segreto che si nasconde dietro Starfighter. Il videogioco in realtà è uno strumento, distribuito in tutta la galassia, per individuare i piloti più talentuosi, reclutandoli poi nella guerra interplanetaria a bordo di veri velivoli Starfighter.

Starfighter

IL SOGNO AMERICANO

Il film mostra, anche se solo in parte, le umili condizioni dei trailer park, i campeggi americani allestiti per ospitare persone troppo povere per permettersi una casa vera.

Qui la gente cerca di sopravvivere come può e la prospettiva di spiccare il volo verso un destino più roseo si trasforma in un sogno quasi irraggiungibile.

Ma la vera chiave di questa pellicola è il richiamo all’ottimismo e alla fiducia nel domani, anche dove tutto è così oscuro da non lasciare spazio neanche all’immaginazione.

Starfighter

IN CONCLUSIONE

Starfighter ci regala una piacevole fiaba ricca di desideri, speranze e voglia di sognare, con scelte narrative brillanti. Il titolo italiano “Giochi Stellari” richiama il più noto “Guerre Stellari” ma gli effetti speciali, pur validi, non riescono a competere con i prodigi di George Lucas.

E’ una pellicola che ci permette di assaporare il cambiamento radicale avvenuto nel mondo dei videogames.

Oggi non abbiamo più record da battere ed i cabinati arcade delle sale giochi sono stati sostituiti dalle slot digitali. Le avventure virtuali si svolgono in privato con la console o il pc di casa.

La grafica ha fatto passi da gigante e lo spessore della trama e della sceneggiatura dei videogiochi sono paragonabili a quelle cinematografiche.

La visione è consigliata per chi ama la fantascienza e le pellicole anni 80. Dove vederlo? E’ disponibile gratuitamente e soprattutto legalmente su Youtube. Buona visione!

ANDREA CUCCI

Sii il primo a commentare!
 
Lascia una risposta »

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.